I siti che permettono di rivendere oggetti di seconda mano o nuovi sono veramente molto utili ma bisogna fare attenzione a possibili truffe. Prima su eBay, poi è arrivata anche su Subito.it un nuovo tipo di raggiro.

Può capitare che mettendo in vendita un oggetto abbastanza costoso, almeno 50 euro, questo venga comperato da un inglese, un americano o un cittadino straniero che scrive in un italiano piuttosto scarso.

L’acquirente pretende di pagare mediante Western Union oppure Paypal e desidera che il bene sia spedito in Nigeria o meno frequentemente in Costa d’Avorio e Romania. Notare che il paese dell’acquirente è diverso dall’indirizzo di destinazione dell’oggetto.
Si tratta quasi sempre di una truffa in quanto i prezzi di spedizione sono talvolta superiori al prezzo del bene e spesso l’acquirente asserisce che vuol pagare l’oggetto anche 2 o 3 volte di più del prezzo di vendita stabilito.
Vi pare una cosa normale? Se io vi vendo una cosa a 10 euro, voi me ne offrireste 30?
Tra l’altro col meccanismo dei feedback, questi acquirenti potrebbero avere parecchi valutazioni positive questo dovrebbe insospettirvi perché è altamente probabile che si tratti di account rubati e usati all’insaputa dei veri proprietari per perpetuare la truffa.

Se il venditore non è così accorto, accetta la vendita dell’oggetto e se il metodo di pagamento è Paypal, egli riceverà un’e-mail falsificata dove è riportato che il pagamento è sospeso finché non verrà inviato il codice di tracking dell’oggetto.
Una volta inviato il codice non verrà accreditata nessuna somma sul proprio account di Paypal ma oramai il pacco è stato inviato e non ci sarà nulla da fare.

Per evitare che questi truffatori possano vincere le aste oppure aggiudicarsi dei beni e poi non pagare, è bene inserire nell’annuncio di vendita che non saranno effettuate spedizioni ad indirizzi diversi a quelli del vincitore oppure indicare che non si spedisce in Nigeria o altri paesi sospetti.

Questo tipo di truffe non sono nuove su eBay ma da qualche anno hanno preso piede anche su Subito.it e altri servizi di vendita sui quali sono iscritti utenti che non hanno dimestichezza con questi raggiri per cui fate attenzione e siate sospettosi.

Note: La vostra testimonianza è ben accetta, vi prego però di togliere riferimenti a dati personali quali nomi, indirizzi, numeri di telefono (e recapiti), in particolar modo non inserite codici di carte di credito.